DOLORI ALLA SCHIENA, GAMBE E CERVICALE

Chi non ha mai provato dolori lancinanti e improvvisi nella zona posteriore del proprio corpo compresa tra il collo e l’osso sacro? Chi non è mai stato colpito da blocchi improvvisi della schiena?

La schiena e soprattutto la colonna vertebrale, chiamata rachide in gergo medico, gioca un ruolo molto importante nella vita umana e il malfunzionamento di questa provoca danni ingenti. Inoltre questi dolori nella comunità italiana sono decisamente molto frequenti. Una delle cause più frequenti di assenze lavorative è dovuta al mal di schiena che colpisce circa l’80% degli italiani adulti tramite dolori occasionali o legati a patologie più problematiche.

Chi soffre di mal di schiena può sinceramente capire cosa si prova: non ci si può muovere, si è bloccati in una situazione in cui qualsiasi movimento può provocare dolori indescrivibili. I dolori alla schiena possono distinguersi in dolori più o meno intensi e continui, oppure per la zona che occupano che può essere localizzata nella regione lombare (lombalgia) o anche in corrispondenza dell’osso sacro (lombosacralgia).

Tuttavia se è coinvolto il nervo sciatico, un nervo molto lungo che ha origine in corrispondenza delle prime vertebre lombari e termina nel piede, il dolore interesserà anche i glutei e gli arti inferiori (lombosciatalgia).

Ma che cosa provoca il mal di schiena? Il mal di schiena è causato da una vasta pluralità di motivazioni: sovrappeso, può derivare dalla struttura ossea o da quella muscolare, anche se spesso disequilibri con dolori muscolari possono a lungo andare creare complicazioni ossee e a problemi ossei possono conseguire problemi muscolari.

Tra le cause ossee del mal di schiena è da ricordare l’artrosi, ossia una degenerazione delle articolazioni caratterizzata da usura, contratture muscolari intorno ai tratti interessati conseguenti al dolore e al blocco dei movimenti.

Altra causa del mal di schiena è l’ernia al disco: è provocato dall'abitudine ad assumere posture (posizioni del corpo) scorrette che sono colpevoli di queste disarmonie e infine, per quanto concerne l’ambito fisico, un ulteriore motivazione riguarda un allenamento scorretto e non seguito da un personal trainer.

Spesso accade che vengono effettuati esercizi per acquisire massa magra in modo non corretto. Questi movimenti invece di agevolare il muscolo lo ostacolano provocando dolore e fastidio. La migliore arma per il mal di schiena è la prevenzione, per cui è bene prestare attenzione agli atteggiamenti quotidiani, imparando ad utilizzare il movimento corporeo correttamente e assumendo posture consone e ottimali per poter agevolare il buon funzionamento muscolare.

In secondo luogo, l’agevolazione tramite specifici esercizi fisici per rinforzare la muscolatura addominale e paravertebrale, con conseguente assunzione di una postura corretta, sono fondamentali per prevenire dolori e danni della schiena.

In terzo luogo un elemento molto importante, è quello di svolgere esercizi correttamente spiegati e visionati da un addetto nel settore, in modo da poter rendere più efficace l’esercizio sia in termini di dimagrimento, addome piatto, sia in termini di buon funzionamento della schiena.

Un esempio di esercitazioni che aiutano una corretta postura, se vengono effettuati correttamente, sono gli esercizi con la swiss ball. I dolori alla schiena sono problemi sottovalutati. Spesso si pratica lo stesso attività fisica nonostante un’infiammazione apparente: tutto ciò è notevolmente sbagliato perché il mal di schiena non deve essere sottovalutato, ma bisogna arrivare alla fonte del problema e cercare di risolverlo e solo allora, successivamente, si può riprende con l’attività fisica. Per tutto questo, collaboro con un esperto di osteopatia.

Pensi di avere un po' di tempo libero da dedicarti nell'arco di una settimana? Immagino la risposta. Credo allora che assieme possiamo raggiungere risultati notevoli.